CONTRIBUTI PUBBLICI L. 124/2017
16/06/2022

La legge annuale per il mercato e la concorrenza del 2017 ha introdotto un obbligo di trasparenza correlato al ricevimento di agevolazioni di qualunque genere provenienti dalla Pubblica Amministrazione.

 

Questo obbligo rappresenta un completamento a quello posto in capo alle Pubbliche Amministrazioni che devono anch’esse pubblicare gli atti di concessione dei contributi erogati a soggetti privati ed ha come obiettivo quello di rendere note alla collettività le modalità di erogazione di aiuti pubblici ai soggetti privati rendendo in questo modo più difficile concludere accordi illeciti o comunque impropri.

 

La disciplina introdotta ha carattere generale e non è rivolta esclusivamente alle Associazioni Sportive Dilettantistiche come la Nostra.


In realtà la norma individua due categorie di soggetti a cui si applica: da una parte le imprese, tra le quali rientrano, nell’ambito dello sport dilettantistico, le SSD a responsabilità limitata e dall’altra una serie di enti tra i quali sono enumerate le associazioni (di cui ovviamente fanno parte le A.S.D.).

 

Ciò premesso, in forza dell’obbligo di trasparenza di cui ci stiamo occupando le Associazioni Sportive Dilettantistiche devono pubblicare sui propri siti internet entro la data del 30 giugno 2022 le informazioni relative a sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti ricevuti dalle pubbliche amministrazioni nell’anno solare 2021.

 

La Circolare del Ministero del Lavoro dell’11 gennaio 2019,  afferma che: “Le informazioni da pubblicare, preferibilmente in forma schematica, e di immediata comprensibilità per il pubblico, dovranno avere ad oggetto i seguenti elementi: denominazione e codice fiscale del soggetto ricevente; denominazione del soggetto erogante; somma incassata (per ogni singolo rapporto giuridico sottostante); data di incasso; causale”.

 

Al fine di evitare di gravare con adempimenti particolarmente gravosi le realtà di più piccole dimensioni il legislatore ha deciso di porre un limite inferiore al di sotto del quale non sussiste l’obbligo di pubblicazione. Pertanto, la norma prevede che non sussiste l’obbligo di pubblicazione ove l’importo dei contributi ricevuti sia inferiore a 10.000 euro. Si deve ritenere che il limite di 10.000 euro vada inteso come somma complessiva di tutti i contributi ricevuti nell’anno (principio di cassa). 

 

Nella presente pagina, adempiamo all'obbligo di trasparenza di cui alla Legge 124 del 2017, allegando una tabella con il dettaglio dei contributi pubblici incassati nell'anno 2021 anche se non superiori ad Euro 10.000.




┬ęCopyright
Associazione Sportiva Dilettantistica Pertica Bassa
P. i.v.a.: 02401700980 info@perticabassa.com