GIRO DEL MONTE ZOVO 2017

NANU E BIANCHI VINCONO LO ZOVO 2017

NANU E BIANCHI VINCONO LO ZOVO 2017

01/06/2017

Il 13° Giro del Monte Zovo parla valsabbino.

 

È stato infatti Filippo Bianchi, atleta di Ponte Caffaro, portacolori della Libertas Vallesabbia a tagliare per primo il traguardo della gara di corsa in montagna di 18 km, andata in scena domenica a Levrange di Pertica Bassa. La gara, organizzata alla perfezione dalla Polisportiva Pertica Bassa, ha visto la partecipazione di quasi trecento atleti, con 261 podisti che hanno portato a termine la prova.

 

Il tracciato con un dislivello positivo di 600metri, era caratterizzato da un percorso in parte asfaltato e in parte sterrato, con salita all'inizio, poi un lungo tratto ondulato, quindi discesa non difficile e ultimo chilometro pianeggiante.

 

La gara era valida come seconda prova del Grand Prix di corsa in montagna della Valle Sabbia e dell'Alto Garda, e assegnava anche i titoli regionali master di lunghe distanze.

Il ventisettenne della Libertas Vallesabbia, ha trionfato in 1h22'21'', precedendo di 26 secondi il ventiseienne Roberto Bresciani dell'Atletica Bedizzole, a sua volta capace di salvare in volata il secondo gradino del podio dall'assalto del trentino della Valchiese Juri Radoani, terzo a un solo secondo da Bresciani.

 

Quarto posto per il franciacortino dell'Atletica Paratico Marco Ferrari, podista che nelle ultime annate si era dedicato alle lunghe distanze, ma che in questa stagione si sta destreggiando su salite e discese. Ferrari (1h23'20'') ha preceduto il compagno di squadra Giovanni Paris (1h24'37'') e il portacolori della Valchiese Alessandro Ricci (1h26'22''). Nei dieci anche il padrone di casa Domenico Lazzari (Atletica Pertica Bassa,1h26'31''), Marco Maini (New Athletics Sulzano, 1h26'39''), Michele Bertoletti (Libertas Vallesabbia, 1h29'15'') e Stefano Vezzola (Atl. Vighenzi Padenghe, 1h29'29'').

 

In campo femminile la corona del Monte Zovo è finita sul capo di Ana Nanu (Gs Gabbi), altra forte specialista della corsa in montagna e già protagonista di imprese del genere su stradine e sentieri bresciani. L'atleta di origine rumena, ma da qualche stagione italiana a tutti gli effetti, è arrivata solitaria sulla linea del traguardo dopo una corsa tutta in testa. Alle sue spalle l'intramontabile Maria Grazia Roberti (Atletica Gavardo '90), all'ennesima brillante prestazione dopo una carriera di grande prestigio. Terzo gradino del podio per Nadia Franzini (Paratico), brava nel finale nel rintuzzare il ritorno di Lara Bonora (Atletica Lumezzane) e di Cristina Dusina (Gavardo '90).

 



Versione Stampabile
GALLERY
©Associazione sportiva dilettantistica Pertica Bassa - PI 02401700980 - privacy - informativa cookie | progetto grafico Ideattiva Siti web Brescia - Cms Evolution